Norma


ll Regolamento nasce per una corretta gestione dell’area, per attivare una puntuale comunicazione sulle condizioni meteo, sulle procedure di volo e sulle posizioni assicurative e di brevetto dei singoli piloti, al fine di scongiurare ogni ed eventuale incidente di percorso.

Nella area dedicata al volo libero di Norma è consentita l‘attività nel rispetto della normativa vigente ( DPR 133 / 2010 e relativi Regolamenti Tecnici ) e del seguente Regolamento.

Il Norma Corridor nasce sulla base di un accordo tra Aeronautica militare  70° Stormo e Aero Club Union che potete visionare cliccando [qui].

Il “Norma Corridor” regolamenta  l’ingresso dei mezzi del volo libero all’interno dell ATZ di Latina.

I piloti sono tenuti al rigoroso rispetto di tutti i suoi punti e sono ritenuti personalmente responsabili di azioni e comportamenti che pregiudichino la loro ed l’altrui sicurezza.


 ARTICOLI


  1. I piloti per usufruire dell’ area devono essere muniti di attestato VDS-VL in corso di validità.
  2. I piloti per usufruire dell’ area devono essere muniti di copertura assicurativa RCT con massimali conformi a quelli previsti per legge.
  3. I piloti stranieri della CEE possono volare se in possesso di un corrispettivo titolo di pilotaggio del proprio paese ( licenza di pilota di volo libero) e copertura assicurativa RCT.
  4. I piloti stranieri hanno obbligo di essere muniti di FLY CARD personale, rilasciata dall’Aero Club Union. La FLY CARD è prenotabile sul sito www.union.it ed ha validità per l’anno in corso.
  5. Le scuole di volo svolgono attività didattica previo coordinamento con l’organizzazione come disposto dal Regolamento Tecnico Didattico AeCI approvato dal Min .dei Trasporti
  6. La località di volo di Norma è SEDE PRIMARIA della scuola di volo libero dell’ Aero Club Union.
  7. La sede dell’Aero Club Union è sita a Norma in via Caio Giunio Norbano n° 2 , ove è possibile ricevere ogni informazione in merito alle attività di volo libero. Info telefoniche al numero 0773-354892. E-mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  8. L’attività di volo è consentita solo in condizioni meteo idonee.
  9. I piloti in volo devono essere raggiungibili in qualsiasi momento via radio per consentire comunicazioni relative alla sicurezza. Le comunicazioni vengono date in lingua italiana ed inglese
  10. In caso di necessità viene richiesto ai piloti via radio di lasciare la zona di volo e di recarsi in atterraggio. Il rispetto di tale richiesta è indispensabile ai fini della sicurezza e per consentire l’eventuale avvicinamento dell’eliambulanza.
  11. I piloti devono utilizzare le radio sulle frequenze indicate sulle bacheche in atterraggio e in decollo. In caso si utilizzassero frequenze diverse dalle previste è obbligatorio comunicarle all’organizzazione.
  12. I piloti devono rispettare rigorosamente i limiti dell’ ATZ e del CTR di Latina riportato sulle carte geografiche esposte nelle zone di decollo e di atterraggio (no-fly zone).
  13. Il raggiungimento in volo dell’area ufficiale di atterraggio in funzione del CTR-ATZ di Latina è esclusivamente effettuato utilizzando specifico corridoio (Norma Corridor) . La zona di atterraggio del Norma Corridor è gestita dall’Aero Club Union e il suo uso viene autorizzato successivamente alla registrazione on line sul sito www.normacorridor.it
  14. Il corridoio è identificabile attraverso la congiungente i punti di coordinate :
    41° 35' 13.00" N - 012° 57' 11.00" E
    41° 35' 16.56" N - 012° 57' 02.28" E
    41° 34' 50.73" N - 012° 56' 35.25" E
    41° 34' 55.41" N - 012° 56' 28.82" E
    41° 34' 54.00" N - 012° 56' 34.00" E
                                                                                                                
  15. Il corridoio è disegnato sulle carte consultabili nelle aree di decollo e atterraggio. Il corridoio  è percorribile a quote inferiori ai 500ft AGL.
  16. Il corridoio è individuabile con chiari punti di riferimento al suolo oltre che dalle coordinate geografiche.
  17. Nella zona di atterraggio ufficiale è in vigore il metodo di avvicinamento ad 8 con quote inferiori ai 500 piedi dal suolo
  18. Gli apparecchi utilizzati sono certificati con normativa EN o LTF e rispettano i requisiti di sicurezza previsti dal costruttore.
  19. I mezzi sono muniti di paracadute di soccorso .
  20. E’ obbligatorio l’uso del casco.